Baccalà Alla Cappuccina

Baccalà

  • CategoriaSecondi
  • Tempo200 min
  • DifficoltàMedia

Ingredienti

Per 6 persone

  • 1 kg di baccalà bagnato
  • ½  bicchiere di olio d'oliva
  • 1 cipolla bianca
  • 50 g di pinoli
  • 50 g di uva passa
  • 3 sardelle pulite
  • 1 foglia d'alloro
  • 1 scorza di limone
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 pizzico di cannella
  • ½ cedro candito tagliato a fettine
  • 1 spolverata di cioccolato amaro grattugiato
  • Pepe q.b.
  • Sale q.b.
  • 1l di brodo (vegetale o di pesce)
  • 1 bicchiere di vino bianco bollente
  • Pane grattugiato
  • Farina q.b.

Un piatto della tradizione friulana che deve le sue origini all’ingegno dei monaci rinascimentali che usavano sostituire, nei giorni di astinenza, la carne con il baccalà, e che coniuga dolce e salato richiamando proprio quel periodo storico in cui questa distinzione non era così netta come nella cucina contemporanea.

Preparazione

  1. Ammollare per bene il baccalà, poi togliergli pelle e lische.
  2. Tagliare il baccalà a pezzi piuttosto grossi.
  3. Infarinare e soffriggere il baccalà  in una teglia a bordi alti, sistemare i vari pezzi gli uni vicino agli altri, ché non rimangano dei vuoti.
  4. Versare sopra il baccalà un soffritto di cipolla tagliata fine.
  5. Aggiungere l'alloro, le sardelle ben pulite e tritate, i pinoli, l'uva passa, la scorza di limone, il cioccolato amaro grattugiato, sale e pepe.
  6. Con brodo bollente ricoprire e far cucinare a fuoco lento per circa 3 ore, non mescolare ma scuotere il recipiente per evitare che il baccalà si attacchi al fondo, se occorre, aggiungere altro brodo.
  7. Assorbito il brodo, con un bicchiere di vino bollente bagnare il baccalà.
  8. Infine cospargere il tutto con pangrattato e passare al forno fino a che la parte superiore non sia gratinata.
  9. Servire ben caldo, se volete accompagnato da una morbida polenta gialla.

Cerca le tue ricette

Cerca