Non il solito pranzo di Ferragosto


Il pranzo di ferragosto incombe: metri quadrati di teglie di pasta al forno sono pronte ad essere infornate, Ettolitri di vino paesano vengono travasati in fiaschi pronti ad essere svuotati, cocomeri e cocomeri vengono tamburellati in cerca della risposta zuccherina...

Forse è il momento di evitare il solito pranzo fatto di fronti sudate e pance strapiene… ecco alcuni consigli per variare il pranzo di ferragosto.

Un “Pranzo Salutista” colorato, fresco, leggero a base di frutta e verdura di stagione è il nostro primo consiglio per ferragosto.
Iniziamo con carote, cetrioli, fagiolini, melanzane, peperoni, pomodori, radicchio, sedano, zucchine….  arrostite o tagliate e servite con un mix di salse (tzaziky, tartara, alle olive, ecc.), un bicchiere di gazpacho, o un bloody mary per i più “festaioli”, per accompagnare: poco impegno ma risultato assicurato.
Continuiamo accontentando i tradizionalisti: pasta fredda con pesto, pomodorini e pinoli tritati grezzi per una sensazione croccante e medaglioni di melanzane grigliate alla parmigiana.
Non siete ancora sazi? Allora frutta: fresca ed in quantità!
Albicocche, angurie, banane, fichi, fragole, lamponi, more, meloni, pere, pesche, susine, ribes, uva… da servire con macedonie, granite, sorbetti, frullati, centrifugati, smoothie o semplicemente da addentare dolci e succosi così come sono.

A ferragosto il Barbecue, per alcuni, è quasi d’obbligo e per certi versi anche un argomento delicato: i “mastri fuochisti” non accettano consigli o aiuti esterni!
Quindi vi suggeriamo qualche alternativa alle solite bistecche e salsicce o gamberoni e pesce spada.
Un classico sono le bruschette così come la seppia cotta alla griglia… e se li unissimo? Ecco fatto: fetta di pane abbrustolito e sopra seppia tagliata a listarelle con un pizzico di sale, olio e qualche goccia di limone.
Zucchine, melanzane, peperoni si sa sono ottimi cotti alla brace, così come il radicchio: spennellato con olio e grigliato solo esternamente.
Per chiudere frutta alla griglia! Tagliate spesse pesche e ananas, spolveratele con zucchero di canna, aggiungete un po’ di rum e, dopo qualche attimo di cottura, servite con gelato o macedonia.

Tutto ancora troppo tradizionale? Allora con un po’ d’impegno si va ad Honolulu! (Almeno con la fantasia)
Rifornitevi di collane floreali, orchidee, gonnellini di rafia, banane, cocchi, ananas e altri frutti tropicali, allestite l’ambiente con torce, lanterne e soprattutto tanti colori vivaci, il sottofondo della musica del pacifico: siamo pronti per un pranzo Hawaiano!
Per il menù preferite pollo, maiale e pesce alla griglia (ve lo abbiamo detto che la brace è d’obbligo a ferragosto!) accompagnato e condito con salse e preparazioni a base di soia, zenzero, latte di cocco ed altri frutti tropicali. Miscelate qualche cocktail (provvisti di ombrellino!) con rum, succhi tropicali, crema di cocco, ecc. Imponete un dress code che preveda camice e vestiti a fiori, pareo, ed infradito.

E voi come passerete il 15 di agosto?
Fateci sapere e, se volete, condividete con noi le foto del vostro pranzo via social.
Noi vi auguriamo soprattutto di divertirvi e… Buon Ferragosto!